• Autore: Antonio Catricala
  • Editore: Rubbettino
  • I dati pubblicati: Marzo '2010
  • ISBN: 9788849826999
  • Formato del libri: PDF, Epub, DOCx, TXT
  • Numero di pagine: 72 pages
  • Dimensione del file: 49MB
  • Posto:

Sinossi di Zavorre d'Italia Antonio Catricala:

Cosa frena lo sviluppo economico in Italia? Perche cresciamo piu lentamentedei nostri partner europei? Le risposte a queste due domande si possonotrovare in molte pubblicazioni Questo libro ha una particolarita: offre unrapido affresco della legislazione italiana, nazionale e regionale, chesoffoca la concorrenza in Italia Senza l'ambizione di essere esaustivodell'intera normativa che contrasta con le regole antitrust, il testo guida illettore tra i mille interessi corporativi che bloccano l'economia del nostroPaese Ne emerge uno spaccato insolito e poco conosciuto: accanto allecategorie "forti", di cui parlano quotidianamente i mass media, vengonoanalizzati privilegi e protezioni ottenuti da mestieri meno noti The argument is that a freer society and economy are necessary and essential to ensure greater wealth for future generationsAccording to the author, at the head of the competition authority and the market from the beginning of 2005, cutting "ballasts of Italy" you can finally return to growth to the rhythms of the years ' 60 and to redistribute equitably the cards of equal opportunities among social classes

Scaricare gratis Zavorre d'Italia in Italiano:

Zavorre d'Italia MP3Zavorre d'Italia Mp3
Zavorre d'Italia PDFZavorre d'Italia PDF
Zavorre d'Italia EPUBZavorre d'Italia EPUB
Zavorre d'Italia TXTZavorre d'Italia TXT
Zavorre d'Italia DOCZavorre d'Italia DOC
Zavorre d'Italia MOBIZavorre d'Italia MOBI

Comentarios

Geronimo lowest nicotine cigarette uk

mi piace questo libro

Andreina

amore ha bisogno di più

Crocifisso

Questo libro contiene un sacco di informazioni riguardanti il nostro futuro. Un must read.

Giacinto

adoro quel libro File cigi.php not found..

Genoveffa

Qualche possibilità di aggiornamento presto? Adoro i libri !!

Leave a Comment